Archivi per il mese di: gennaio, 2012

Sembra SOLO Agricoltura, invece…
Un gruppo di autori e autrici (Francesca Durastanti, Angela Galasso, Giuseppe Orefice, Silvia Paolini, Margherita Rizzuto), il cui lavoro è stato apprezzato dall’editore Sergio Auricchio, racconta in modo efficace un viaggio in quaranta aziende agricole italiane, alla scoperta di piccoli tesori di lavoro, creatività e validità economica, esempi di una coraggiosa avventura, che non è solo economica. Tutte le aziende mostrano un filo conduttore rintracciabile in forti motivazioni e professionalità. Si tratta, insomma, di esempi ripetibili di agricoltura civica e di azioni positive di successo. Sperimentare le relazioni, partecipare, credere nel territorio e nelle nuove generazioni, innovare nella tradizione – come suggeriscono i capitoli del libro – dimostra che certe azioni “anche se piccole possono portare a un nuovo mondo… ed è possibile rendere l’economia più efficiente e anche più civile proprio a partire dall’agricoltura e dai suoi buoni frutti”. Un sito (www.ibuonifrutti.it) aiuta a comprendere il progetto e fornisce ulteriori, preziose, informazioni.

 

 

Durastanti, Galasso, Orefice, Paolini, Rizzuto
I Buoni Frutti
Viaggio nell’Italia della nuova agricoltura civica, etica e responsabile
Ed Agra, pagg 194, Euro 15,00
http://www.ibuonifrutti.it/

Spazio comune è un sistema di laboratori che promuovono iniziative di cittadinanza attiva e coinvolge circa 300 persone in otto regioni italiane. Spazio comune nasce nel marzo del 2010 dall’iniziativa di un gruppo di persone di diverse regioni italiane, provenienti dal terzo settore, dall’Università, dai servizi di welfare, dall’impegno politico nelle amministrazioni locali, da professionisti impegnati in ambito sociosanitario, urbanistico ed economico, da famiglie protagoniste di cittadinanza attiva, col sostegno della Fondazione “Volontariato e Partecipazione” di Lucca e della rivista Animazione Sociale.

 http://www.spaziocomune.eu/

Rural4youth è un progetto finalizzato a coinvolgere gli universitari nella realizzazione di foto, testi o video che documentino l’enorme ricchezza del paesaggio rurale italiano e le trasformazioni che il territorio ha subito nel corso del tempo.

L’obiettivo del progetto, realizzato nell’ambito del programma Rete Rurale Nazionale 2007-2013, con il sostegno dell’Unione europea e del Ministero delle politiche agricole, è duplice:

  • da un lato, stimolare i giovani a diventare parte integrante del processo di salvaguardia del paesaggio italiano, perché comprendano l’importanza delle aree rurali, cui sono legati quantità e qualità dell’acqua, cibo, stabilità climatica, salute, disponibilità delle risorse naturali, biodiversità;
  • dall’altro, far sì che diffondano tale conoscenza anche attrverso azioni e abitudini che fanno parte del vivere quotidiano.

La rete degli orti/giardini comunitari di Milano

Prove generali di agricoltura urbana e periurbana….

 http://rape.noblogs.org/

Agricoltura contadina

Agricoltura di piccola scala, dimensionata sul lavoro contadino e sull’economia familiare, orientata all’autoconsumo e alla vendita diretta; un’agricoltura di basso o nessun impatto ambientale, fondata su una scelta di vita legata a valori di benessere o ecologia o giustizia o solidarietà più che a fini di arricchimento e profitto; un’agricoltura quasi invisibile per i grandi numeri dell’economia, ma irrinunciabile per mantenere fertile e curata la terra (soprattutto in montagna e nelle zone economicamente marginali), per mantenere ricca la diversità di paesaggi, piante e animali, per mantenere vivi i saperi, le tecniche e i prodotti locali, per mantenere popolate le campagne e la montagna.

http://www.altragricoltura.org/contributi/Manifesto-agricoltura-contadina.htm

Campagna per l’agricoltura Contadina:

http://www.agricolturacontadina.org/

Con il termine “nuovi contadini” Van der Ploeg  definisce i contadini del terzo millennio. Gli autori della Tesi – di cui abbiamo riportato sotto un abstract – li specificano anche per il tipo di agricoltura che portano avanti, ovvero l’agricoltura contadina.

Van der Ploeg , I nuovi contadini. Le campagne e le risposte alla globalizzazione, 2009. Van der Ploeg è considerato uno tra i più influenti dei sociologi rurali d’oggi; insegna presso la Facoltà d’Agraria a Wagenineg e presso l’università Cinesa di Yoakiro.

http://www.donzelli.it/libro/2119/i-nuovi-contadini

Una tesi sui “temi aperti” di questi giorni

Abstract –  La più significativa distinzione <per capire il mondo agricolo contemporaneo in Italia e in occidente è quella che differenzia contadino e agricoltore. Ora, onde evitare di fraintendimenti, definiremo come agricoltore ogni soggetto che agisce sulle attività agricole semplicemente come chi persegue guadagno economico in cambio di materie prime alimentari e come contadino chi assume direttamente su se stesso, sul proprio lavoro, sul proprio corpo, la responsabilità della produzione di derrate alimentari ed estendendo in questo lo scambio economico anche sul piano simbolico e culturale. In questo contesto si vuole dimostrare come i nuovi contadini possano concretamente costituire una sorta di unicum rispetto all’insieme degli attori “scesi in campo” del contesto delle forze produttive, economiche e sociali attive ora, nei nostri giorni in Italia e, generalizzando, nell’intero mondo occidentale. I nuovi contadini si differenziano dagli “operatori della terra” del passato per un diverso background culturale, diversa provenienza sociale e per una rinata importanza data alla tradizione più specificatamente contadina nel lavorare la terra, rispetto sia a coloro che erano attivi prima della modernizzazione sia a quelli operanti in uno specifico ambito industrializzato>.

Link: http://www.autistici.org/campiaperti/wp-content/uploads/2011/04/Rachela-Lapponi-Nuove-forme-di-ruralit%C3%A0-lesperienza-di-CampiAperti.pdf

http://www.campiaperti.org/

Appunti e spunti

Come gestire il territorio

Difesa del dissesto

Problema dello Spopolamento

Ente di riferimento: ente della bonifica

35 comuni differenti …

Elemento interessante

Partecipazione e tributi?

L’informazione sul Contributo di Bonifica : spiegando scopi e risultati ottenuti i ricorsi si sono ridotti significativamente.

Partecipazione può aiutare a modificare i comportamenti e introdurre comportamenti virtuosi.

Necessaria presa di coscienza e formazione specifica su cosa fare.

Di seguito Idramap nato dall’evento partecipato ….

http://www.bonificavalleserchio.it/manutenzioni/

Professor Rovai

possibilità di replicare da altri nrcessità

Alcuni link interessanti

Progetto BIO-Regione

http://www.istvap.it/cms/index.php?option=com_content&task=view&id=10&Itemid=10

http://www.medgov.net/toscana/links/bampebambini-e-prodotti-agricoli-deccellenza

Ho letto questo dossier su Valori dedicato all’Expo 2015

Contiene molte informazioni in profondità su quello che si sta muovendo in Lombardia ed in particolare nel Parco Sud su temi quali l’agricoltura peri-urbana, il consumo del suolo ed altre problematiche di grande interesse.

Una lettura utile in preparazione dell’incontro del corso peri-urbano sul Parco Agricolo Sud Milano.

articolo_valori expo 2015