Archivio degli articoli con tag: turismo relazionale

AT_gustibus_la7_29112015 ta

IN ONDA | Gustibus sbarca in Sicilia. PUNTATA del 29.11.2015 in replica su La7 rivedila7

 

IL PROGETTO | «RURALITÀ MEDITERRANEA – TURISMO – R.A.D.AM.E.S.» RETE AREE E DISTRETTI AGROAMBIENTALI PER LA MOVIMENTAZIONE TURISTICA, L’ESCURSIONISMO E LO SVAGO

L’idea progettuale parte dal presupposto che la cooperazione tra soggetti è l’unica chiave per sostenere nel lungo periodo l’offerta turistica di territori considerati spesso marginali. In questi contesti qualità e tipicità sono gli elementi di forza condotta con una filosofia ispirata dalle relazioni.
Il progetto pertanto ha come obiettivo il consolidamento del sistema turistico delle aree rurali attraverso un’azione di rete promossa da 4 GAL della Sicilia orientale, GAL Kalat, GAL Eloro, GAL Etna, GAL Terre dell’Etna e dell’Alcantara.

Il progetto «Ruralità Mediterranea – Radames» pertanto ha permesso di censire circa 430 operatori della ricettività, della ristorazione, della vendita di prodotti enogastronomici e artigianali e dei servizi turistici e di mappare più di 250 risorse culturali riconosciute come elementi di pregio dei territori partner (le quattro aree GAL comprendono 47 comuni tra le provincie di Catania, Caltanissetta, Enna, Messina, Siracusa).

L’analisi integrata degli operatori e delle risorse territoriali, riletta nella volontà di valorizzare le interconnessioni tematiche presenti nei territori dei 4 GAL, si è tradotta nella progettazione di 10 nuovi itinerari tematici interterritoriali, un viaggio volto alla riscoperta della ruralità mediterranea in Sicilia.
Per vocazione, il territorio del Calatino, con Caltagirone a fulcro dei collegamenti, può essere considerato il tassello di unione tra le aree: verso nord, verso Niscemi e Piazza Armerina; verso sud, collegamento con la punta estrema orientale di Portopalo di Capo Passero e Noto; trasversalmente, verso i comuni etnei alle falde del vulcano. Qui, ogni operatore rappresenta una tradizione, una storia, un territorio e ne racconta le sue specificità attraverso i prodotti o nella generosità dell’accoglienza.
In tali contesti, pertanto, assumono notevole rilevanza tutte le iniziative che consolidano i rapporti tra realtà produttive e dell’ospitalità per il rafforzamento della “rete”, in un cammino già intrapreso dai GAL con il marchio collettivo Ruralità Mediterranea.

I progetti della Ruralità Mediterranea – SALITIS – RAMSES – RADAMES – rispettivamente per l’internazionalizzazione e a valorizzazione delle eccellenze agroalimentari, per il rafforzamento della filiera agricola e per il consolidamento del sistema turistico, nell’ambito della più ampia strategia coordinata dall’Agenzia per il Mediterraneo.

Gustibus su La7 è un programma realizzato con il sostegno di CREA nell’ambito del progetto «Rete Rurale Nazionale».

logo_ruralita_mediterranea[racconti territoriali] Ruralità Mediterranea | Combinazioni infinite dove le eccellenze si mettono in rete. Non è possibile restare dei “puntini”, si cresce solo nelle connessioni e nelle relazioni.

Storify |  «Ruralità Mediterranea» un viaggio nella Sicilia rurale saprà sempre sorprendervi.

tag ufficiali ‪#‎ruralitamediterranea‬ ‪#‎ruralmedsicilia‬ ‪#‎ruralmedsicily‬

[previously] itinerari-rurali-nella-sicilia-orientale

[racconti territoriali] in attesa di vivere queste due giornate | tag ufficiali ‪#‎ruralitamediterranea‬ ‪#‎ruralmedsicilia‬ ‪#‎ruralmedsicily‬

L’educational tour è promosso dai Gal Kalat, Gal Etna, Gal Eloro, Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara e dall’Agenzia per il Mediterraneo per promuovere itinerari turistici in Sicilia orientale, attraverso il marchio collettivo che valorizza l’offerta territoriale di Sicilia e Campania, nell’ambito del progetto di Cooperazione «Ruralità Mediterranea – Turismo – R.A.D.AM.E.S.» Rete Aree e Distretti Agroambientali per la Movimentazione Turistica, l’Escursionismo e lo Svago, a valere sul PSR Sicilia 2007 – 2013.

su twitter, instagram, facebook

tappe edu tour

 

L’atteso appuntamento della sesta edizione di BTO – Buy Tourism Online, dedicato al mondo del travel 2.0, domani 3 dicembre e mercoledì 4 si rinnova alla Fortezza da Basso a Firenze. Quest’anno il claim “.IT IS ME, il protagonista sono io” mette al centro la persona, ovvero tutti coloro che in qualche modo con passione lavorano a sostegno dei territori, contribuendo al mantenere competitiva la destinazione Italia. Un calendario pieno di appuntamenti con tanti protagonisti, tra i quali Philip Wolf, il principale conoscitore di turismo online del mondo e Neal Gorenflo, ritenuto il guru della sharing economy.

Segui l’evento buytourismonline.com

Domani si parte, #bto2013 arrivo!

Per quanti credono che i rapporti umani siano una delle più grandi risorse da mettere a frutto nella società moderna, un valido modo per legare i territori e l’offerta turistica. Un esempio valido di turismo relazionale che già vive in molti di noi, non solo nelle città ma anche nei contesti rurali: ospitare, consigliare, viaggiare con rispetto.

“My Local Guide”  è la prima guida “scritta dagli abitanti”, nasce dall’ascolto delle opinioni e i consigli dei cittadini.

Destinazioni disponibili: Venezia, Roma, Milano, Firenze, Verona, Torino, Napoli, Umbria e Valle d’Aosta.

E’ un progetto Lightbox.

http://www.mylocalguide.org