Archivio degli articoli con tag: turismo

AT_gustibus_la7_29112015 ta

IN ONDA | Gustibus sbarca in Sicilia. PUNTATA del 29.11.2015 in replica su La7 rivedila7

 

IL PROGETTO | «RURALITÀ MEDITERRANEA – TURISMO – R.A.D.AM.E.S.» RETE AREE E DISTRETTI AGROAMBIENTALI PER LA MOVIMENTAZIONE TURISTICA, L’ESCURSIONISMO E LO SVAGO

L’idea progettuale parte dal presupposto che la cooperazione tra soggetti è l’unica chiave per sostenere nel lungo periodo l’offerta turistica di territori considerati spesso marginali. In questi contesti qualità e tipicità sono gli elementi di forza condotta con una filosofia ispirata dalle relazioni.
Il progetto pertanto ha come obiettivo il consolidamento del sistema turistico delle aree rurali attraverso un’azione di rete promossa da 4 GAL della Sicilia orientale, GAL Kalat, GAL Eloro, GAL Etna, GAL Terre dell’Etna e dell’Alcantara.

Il progetto «Ruralità Mediterranea – Radames» pertanto ha permesso di censire circa 430 operatori della ricettività, della ristorazione, della vendita di prodotti enogastronomici e artigianali e dei servizi turistici e di mappare più di 250 risorse culturali riconosciute come elementi di pregio dei territori partner (le quattro aree GAL comprendono 47 comuni tra le provincie di Catania, Caltanissetta, Enna, Messina, Siracusa).

L’analisi integrata degli operatori e delle risorse territoriali, riletta nella volontà di valorizzare le interconnessioni tematiche presenti nei territori dei 4 GAL, si è tradotta nella progettazione di 10 nuovi itinerari tematici interterritoriali, un viaggio volto alla riscoperta della ruralità mediterranea in Sicilia.
Per vocazione, il territorio del Calatino, con Caltagirone a fulcro dei collegamenti, può essere considerato il tassello di unione tra le aree: verso nord, verso Niscemi e Piazza Armerina; verso sud, collegamento con la punta estrema orientale di Portopalo di Capo Passero e Noto; trasversalmente, verso i comuni etnei alle falde del vulcano. Qui, ogni operatore rappresenta una tradizione, una storia, un territorio e ne racconta le sue specificità attraverso i prodotti o nella generosità dell’accoglienza.
In tali contesti, pertanto, assumono notevole rilevanza tutte le iniziative che consolidano i rapporti tra realtà produttive e dell’ospitalità per il rafforzamento della “rete”, in un cammino già intrapreso dai GAL con il marchio collettivo Ruralità Mediterranea.

I progetti della Ruralità Mediterranea – SALITIS – RAMSES – RADAMES – rispettivamente per l’internazionalizzazione e a valorizzazione delle eccellenze agroalimentari, per il rafforzamento della filiera agricola e per il consolidamento del sistema turistico, nell’ambito della più ampia strategia coordinata dall’Agenzia per il Mediterraneo.

Gustibus su La7 è un programma realizzato con il sostegno di CREA nell’ambito del progetto «Rete Rurale Nazionale».

logo_ruralita_mediterranea[racconti territoriali] Ruralità Mediterranea | Combinazioni infinite dove le eccellenze si mettono in rete. Non è possibile restare dei “puntini”, si cresce solo nelle connessioni e nelle relazioni.

Storify |  «Ruralità Mediterranea» un viaggio nella Sicilia rurale saprà sempre sorprendervi.

tag ufficiali ‪#‎ruralitamediterranea‬ ‪#‎ruralmedsicilia‬ ‪#‎ruralmedsicily‬

[previously] itinerari-rurali-nella-sicilia-orientale

“Ammappa l’Italia” è un progetto collettivo per la costruzione di una banca dati sulla percorribilità a piedi del territorio italiano. Gli utenti possono condividere i percorsi seguendo i suggerimenti del “perfetto ammappatore” per organizzare e schedare al meglio gli itinerari proposti, integrando le informazioni di base (lunghezza, difficoltà, dislivello, ecc) con fotografie e descrizioni per approfondire il lato esperienziale e vocativo della camminata.

Dal sito: così come Wikipedia è un’enciclopedia del sapere costruita da utenti di ogni parte del mondo, così Ammappa l’Italia è un’enciclopedia, libera e gratuita, dei sentieri, delle strade bianche, delle mulattiere, che solo le persone del luogo conoscono e che, condivisi, permettono di organizzare anche trekking di più giorni per le campagne italiane e di passare da un paese all’altro senza necessariamente comprare libri di sentieristica.

Particolare attenzione è data ai sentieri e ai percorsi che collegano i paesi e i borghi storici che in passato erano il cuore della vita delle comunità locali e che oggi possono ritrovare slancio anche in chiave turistica riscoprendo il valore delle attività rurali. Da qui nasce la collaborazione con Wwoof Italia punto di riferimento nazionale del movimento mondiale che mette in relazione volontari e progetti rurali naturali promuovendo esperienze educative e culturali basate su uno scambio di fiducia senza scopo di lucro.

Ammappaitalia e Wwoof Italia organizzano un incontro di formazione e mappatura di un’area rurale nella zona di Scansano (GR) dal 5 al 8 novembre prossimo. Qui tutte le informazioni sull’apppuntamento toscano.

 

 

[racconti territoriali] in attesa di vivere queste due giornate | tag ufficiali ‪#‎ruralitamediterranea‬ ‪#‎ruralmedsicilia‬ ‪#‎ruralmedsicily‬

L’educational tour è promosso dai Gal Kalat, Gal Etna, Gal Eloro, Gal Terre dell’Etna e dell’Alcantara e dall’Agenzia per il Mediterraneo per promuovere itinerari turistici in Sicilia orientale, attraverso il marchio collettivo che valorizza l’offerta territoriale di Sicilia e Campania, nell’ambito del progetto di Cooperazione «Ruralità Mediterranea – Turismo – R.A.D.AM.E.S.» Rete Aree e Distretti Agroambientali per la Movimentazione Turistica, l’Escursionismo e lo Svago, a valere sul PSR Sicilia 2007 – 2013.

su twitter, instagram, facebook

tappe edu tour

 

“Tutto il nostro pianeta è un grande giardino, e l’unico modo per salvarlo è fornire ai suoi abitanti una mentalità da giardiniere”
(Gilles Clément, scrittore, entomologo, architetto paesaggista francese)

lerici il giardino sul golfo“Lerici, il giardino sul golfo” è un pay off istituzionale che descrive l’insieme delle attività realizzate – sulla mobilità e i servizi, sull’accessibilità e la fruizione, sull’accoglienza, l’arte e la cultura, sull’ambiente – e informare delle opportunità di sviluppo del territorio.

Le capacità attrattive per Lerici non sono limitate al paesaggio, alle sue risorse ambientali, culturali e architettoniche, ma derivano anche dal fascino nel tempo dei luoghi, fonte di ispirazione per molti viaggiatori. A tal fine il progetto ha creduto nella forza evocativa del pay off che coinvolge non solo i visitatori ma soprattutto i residenti quali ambasciatori del territorio.

Il racconto parte dai luoghi e dai valori dell’accoglienza, dell’accessibilità e della fruizione perché sono l’essenza della vivibilità di un luogo, da vivere e da visitare.

“Lerici, il giardino sul golfo” è un progetto realizzato da RES Comunicazione per il Comune di Lerici (2014). Attività, contributi, ricerca progettuale, gestione social – Angela Tanania

Il progetto e le iniziative su Lerici, il giardino sul Golfo

tag ufficiali #lericiilgiardinosulgolfo | #unoscattoperlerici

facebook il giardino sul golfo | twitter @lericigiardino

L’atteso appuntamento della sesta edizione di BTO – Buy Tourism Online, dedicato al mondo del travel 2.0, domani 3 dicembre e mercoledì 4 si rinnova alla Fortezza da Basso a Firenze. Quest’anno il claim “.IT IS ME, il protagonista sono io” mette al centro la persona, ovvero tutti coloro che in qualche modo con passione lavorano a sostegno dei territori, contribuendo al mantenere competitiva la destinazione Italia. Un calendario pieno di appuntamenti con tanti protagonisti, tra i quali Philip Wolf, il principale conoscitore di turismo online del mondo e Neal Gorenflo, ritenuto il guru della sharing economy.

Segui l’evento buytourismonline.com

Domani si parte, #bto2013 arrivo!

Conferenza conclusiva del progetto Listen to the voice of villages, promosso nell’ambito di Central Europe, un programma dell’Unione Europea che incoraggia la cooperazione tra i paesi dell’Europa Centrale con l’obiettivo di migliorarne l’innovazione e l’accessibilità al fine di  favorire la crescita delle proprie città e regioni in termini di attrattività e di competitività.

La sessione mattutina sarà dedicata all’analisi e alla presentazione dei risultati conseguiti attraverso l’applicazione di una metodologia bottom-up per lo sviluppo del turismo sostenibile nelle aree rurali. Saranno presentati tutti i progetti pilota realizzati e casi di best practice europei volti a garantirne la sostenibilità nel tempo.

La sessione pomeridiana, sarà dedicata ad un approfondimento sulle modalità che i territori rurali possono avere per raccontarsi al turista in modo innovativo e accattivante. Quattro esperti discuteranno il ruolo della narrazione nella promozione delle destinazioni turistiche e come lo story telling possa diventare uno strumento di marketing efficace per le aree turistiche rurali.

L’evento sarà trasmesso in diretta internet a partire dalle ore 8.30 del 16 dicembre 2011.

Info: http://www.listentothevoiceofvillages.org/News.aspx